Category archives: Progetti scuola

Bambini e anziani

L'arte dentro

Venerdì 27 maggio 2016 dalle ore 16 si terrà l’inaugurazione della mostra “L’arte dentro”. Saranno presentati i lavori pittorici realizzati dagli alunni della scuola primaria di Vescovato (Cr) e da alcuni ospiti della casa di riposo del paese, che già partecipano al laboratorio di arteterapia.

Nei mesi di febbraio, marzo e aprile 2016, ciascuna delle dieci classi si è recata presso la Fondazione Soldi per una particolare esperienza di pittura.

Interazione artistica bambini-anziani

Durante l’attività i bambini hanno dipinto insieme alle persone anziane, le hanno sollecitate e aiutate e si sono dimostrati molto premurosi. Hanno ammirato i dipinti che gli ospiti hanno realizzato in autonomia, ne hanno rispettato l’operato e, grazie alla presenza dei “nonni”, hanno saputo tirare fuori uno spirito solidale e comunitario.

Bambini e anziani sono riusciti ad entrare in armonia gli uni con gli altri in modo del tutto naturale, senza alcuna forzatura, i primi trasmettendo energia e allegria e i secondi tutta la loro accoglienza e dolcezza.

Nel laboratorio si respiravano un’atmosfera di gioia contagiosa e il piacere di stare insieme.

L’interazione si è tradotta in un fare che ha favorito l’incontro con l’altro e ha aiutato a colmare le distanze generazionali.
L’arte si è fatta strumento a servizio della collettività, della produzione di cultura e cambiamento.

Laboratorio di lavori manuali ed espressivi nella scuola primaria

Pittura

Dopo un intenso anno scolastico, si è conclusa la serie di laboratori espressivi e creativi, che ho proposto a cadenza settimanale ad un gruppo misto di alunni della Scuola Primaria di Sospiro (Cr).
Di volta in volta, ho cercato di coinvolgere i bambini in diverse attività pratiche volte soprattutto a sviluppare le abilità manuali e a rafforzare il senso del fare insieme.

Così abbiamo dipinto con gli acquarelli, modellato la creta, giocato con la carta di giornale, realizzato piccoli strumenti musicali a percussione, collage, maschere e pupazzi con calze imbottite di gommapiuma e stoffe…

“Ojo de Dios”

Il lungo percorso ci ha condotti, infine, alla creazione di un mandala con due bastoncini di legno e fili colorati di lana, seguendo l’esempio del cosiddetto “Ojo de Dios”.
Si tratta di un lavoro metodico e ritmico, in cui si ripete uno stesso movimento (sopra-sotto) in modo circolare.
Osservando il procedimento da me esemplificato, i bambini hanno tessuto il filo attorno ai due bastoncini, posizionati in modo da formare una croce, cambiando colore dopo un certo numero di giri. Per ultimi, hanno creato degli elementi decorativi da attaccare alle quattro estremità: piccole nappe e una treccia.

Ci sono voluti tre incontri per portare a termine il mandala, al quale i bambini si sono dedicati con grande attenzione, costanza e passione.
Alcuni mi hanno chiesto persino di regalare loro un’altra copia di bastoncini di legno perché potessero provare anche a casa a realizzare un altro “Ojo de Dios”, utilizzando la lana della mamma o della nonna.

ojo de dios

Raccontami una fiaba

Racconto della fiaba

La fiaba è stata per noi portatrice di benessere. Ne abbiamo gustato la bellezza

Alla scuola elementare di Rodengo Saiano, quando la maestra ha chiesto ai suoi alunni di classe seconda cosa è piaciuto di più del progetto, che ho portato avanti con loro negli ultimi due mesi, la maggior parte ha risposto: “il racconto della fiaba”. Continue reading