Tag archives: pittura

Diari di colori, immagini e parole (1)

Diario di colori, immagini e parole 1

Negli ultimi mesi i piccoli gruppi di ospiti delle case di riposo che partecipano all’attività di arte-terapia sono impegnati nella realizzazione di diari molto speciali.

Tramite i diari ciascuno ha la possibilità di parlare di sé

Per stimolare il lavoro autobiografico vengono proposti e utilizzati diversi strumenti: la narrazione e la scrittura, i disegni con matita e pastelli, la pittura ad acquarello, l’applicazione di immagini stampate e di fotocopie di proprie fotografie.

Riemergono immagini e storie provenienti da un passato lontano o più recente e rielaborati in chiave personale

Si comincia affrontando alcune tematiche, quali la casa, la maternità, il lavoro, la guerra, i viaggi, e si lascia subito spazio al libero racconto, che può anche esulare dal tema di partenza.

E la propria storia viene accolta e condivisa dal gruppo

Attraverso la rappresentazione narrativa, grafica e pittorica, essa acquisisce grande valore per chi la racconta e per gli altri che le dedicano attenzione, la comprendono e vi intrecciano altre storie.
Mentre i diari vanno formandosi, tramite i racconti, le narrazioni e gli elaborati artistici, talvolta nascono complicità e sintonie tra i partecipanti all’attività e gradualmente vengono portati ad espressione sentimenti magari trattenuti a lungo, che chiedono di essere ascoltati.

Diario di colori, immagini e parole 3

Sguardi

Ritratto di V

Sono già diversi anni che conduco laboratori di arteterapia presso la casa di riposo di Casalbuttano (Cr) con due piccoli gruppi di ospiti di due diversi reparti. Ogni gruppetto è costituito da circa cinque anziani, che mantengono quasi tutti un basso livello di deterioramento cognitivo. Alcuni di loro mi seguono con grande passione fin dagli esordi.

RITRATTO DELL’ALTRO
Recentemente ho chiesto agli anziani di Casalbuttano di provare a cimentarsi nella realizzazione del ritratto di uno dei propri compagni pittori.
Per prima cosa hanno iniziato ad osservare l’altro che gli stava di fronte o a fianco oppure si sono lasciati osservare dal rispettivo compagno. Successivamente sono passati alla rielaborazione tramite disegno a matita o direttamente con il pennello. Continue reading

L’uomo delle stelle

uomo delle stelle

Le fredde settimane che conducono fino al giorno del solstizio d’inverno sono un periodo in cui l’oscurità sopravanza sulla luce. Le giornate si accorciano sempre di più. Come avviene in natura, anche noi tendiamo a chiuderci in noi stessi, nel nostro caldo nido domestico.
Ogni tanto, però, quando viene la sera e il cielo non è coperto dalle nubi, laddove non vi è inquinamento luminoso, possiamo uscire e ammirare la magnifica presenza della luna e delle stelle. Loro sono sempre lassù a farci compagnia e a rischiarare un po’ le tenebre della notte.

In casa di riposo spesso gli anziani non hanno la possibilità di uscire a vedere tutto questo ma con l’immaginazione e il pennello ci abbiamo provato lo stesso.